La fornace di inizio Novecento, a Boves.
L’impianto era utilizzato per la produzione di mattoni, la cui materia prima, l’argilla, veniva estratta nella collina adiacente.
I forni erano alimentati inizialmente con polverino di carbone; in seguito la fornace venne convertita a gasolio.
Sotto la ciminiera si vede il corpo dei due forni, quasi completamente intatto, percorrere l’intera lunghezza della struttura.
La cava di argilla non è più visibile, perchè i buchi sono stati ricoperti.

La struttura posta perpendicolarmente ai forni, e con il tetto crollato, era l’area atta allo stoccaggio dei mattoni.

Dove trovare la vecchia fornace

You must be logged in to post a comment.